Perché il Marketing “Panda” straccia il Marketing “Ferrari”

Nessun commento

Se dovessi fare un viaggio, cosa preferiresti utilizzare per arrivare a destinazione, una Ferrari o una Panda?

Ma una Ferrari ovviamente, magari decapottabile!

Già ti vedo lì, lungo la costa baciato dal sole, con i capelli al vento a goderti le curve del percorso.

Qual è però il limite della Ferrari?

La barriera all’accesso: richiede un investimento di denaro ingente.

In più, ha una altra caratteristica che potresti pensare essere un bonus: la velocità.

Probabilmente ti verrebbe automatico sfrecciare lungo la strada, senza fermarti, volendo sentire solo il ruggito del motore e vedere fino a quanto arriva.

La verità è che ti perderesti la parte bella del viaggio, il percorso.

E chi ti vede passare, ti vedrebbe per pochi secondi, per poi scordarsi di te pochi giorni dopo.

Fiancata di una ferrari con logo in primo piano

Passiamo ora alla Panda.

Certo, meno ruggente e con un appeal estetico che definirei discutibile.

Magari ti stai immaginando uno scenario totalmente diverso.

Con la macchina carica di valige anche sul portapacchi e un pranzo al sacco fatto da panino alla mortadella e Coca Cola.

Quali pro ha però la Panda, in contrapposizione a quelli che ti ho detto prima della Ferrari?

Costa molto, molto, molto meno, per prima cosa.

Quindi è più accessibile e anche tu puoi permettertela (ehi, se puoi permetterti la Ferrari, tanto meglio!).

Inoltre, è lenta.

Questo in cosa si traduce?

Ti godi di più il paesaggio, a livello inconscio non hai fretta di arrivare, anche perché sai che superando i 110 chilometri all’ora rischi di lasciare la marmitta per strada.

Ma al tempo stesso, anche chi ti guarda, ha il tempo di vederti, anzi, quando vuoi puoi anche fermarti a parlare, a farti conoscere meglio.

Ma perché ti sto parlando di motori in questo articolo?

Perché voglio parlarti del marketing stile “Panda”.

Probabilmente non hai centinaia di migliaia di euro da destinare al marketing della tua azienda o del tuo sito.

Per questo hai bisogno di una strategia simile ad una Panda che più economicamente ti porta inesorabilmente all’obbiettivo.

 

La tua Panda è l’inbound marketing.

 

Adesso probabilmente hai in testa il Pandino leggendario o una più moderna Panda rossa.

L’immagine più appropriata per rappresentare la Panda dell’inbound marketing è quella rossa.

A guardarla bene però, ha una particolarità.

È diversa da tutte quelle che hai sempre visto in giro per strada, infatti è ricoperta di magneti.

Una panda rossa con molti magneti su di essa attrae ciò che vi è intorno a lei

Infatti, il marketing tradizionale (altrimenti detto “outbound marketing”) si basa sull’acquisto di liste di contatti per telefonate a freddo, fiere, eventi, pubblicità su riviste di settore o giornali.

Questo approccio è sempre meno amato, perché interrompe il “flusso” di vita delle persone.

Hai presente quando ti chiamano durante la pausa pranzo per proporti una vantaggiosissima tariffa solo per oggi? Come te, il 95% delle persone odia essere interrotta. Più che comprensibile.

Inoltre, gli utenti, data l’enorme mole di pubblicità a cui sono sottoposti tutti i giorni (circa 3.000 messaggi pubblicitari al giorno) sono sempre più bravi a filtrare ed evitare i messaggi di questo tipo.

In questo campo, anche se hai la Ferrari, c’è sempre qualcuno che ha la Ferrari “più grossa”, ovvero che può spendere più di te per sconfiggerti e rubarti i clienti.

In definitiva, con questo sistema non ottieni l’attenzione dei clienti, gliela stai chiedendo in prestito, e abbiamo visto, non ci sono molte persone gentili disposte a prestartene.

Appena smetti di pagare, smetti di ricevere attenzione.

Sarai d’accordo che è un gioco davvero difficile a cui giocare.

 

L’inbound marketing, al contrario, può essere definito più subdolo come approccio, nel senso buono del termine.

 

C’è ma non si vede.

Si concentra infatti sull’attirare i clienti tramite la creazione di contenuti educativi.

Quindi, invece che dover cercare clienti attivamente, puoi farlo passivamente grazie alle informazioni che offri e che possono essere interessanti per il cliente, tanto da farlo arrivare sul tuo sito web.

Ci pensi? Clienti che ti cercano e ti contattano per acquistare i tuoi prodotti o servizi perché han letto un articolo di blog, hanno scaricato un documento gratuito, hanno guardato un tuo video.

Figo vero?

Insomma, te ne sarai accorto, il modo di fare business è cambiato, la rete è cambiata.

Sono cambiate le abitudini, i comportamenti degli utenti, ma soprattutto è cambiato l’approccio dei “big del web”cioè i motori di ricerca e i social media.

La sempre maggiore consapevolezza degli utenti ha portato questi colossi a cambiare le loro linee guida per poter offrire a chi naviga in Internet contenuti pertinenti e di valore.

Da qualche anno infatti sono più orientati a premiare la qualità piuttosto che la quantità dei contenuti, come invece accadeva un tempo.

Fino a qualche anno fa, funzionava riempire la rete di messaggi e contenuti che avevano come unico scopo quello di attirare l’attenzione del potenziale cliente in ogni modo possibile, “sparando nel mucchio”.

Oggi le cose sono cambiate e anche parecchio, possiamo dire tranquillamente che oggi è valido il contrario.

Cambiando gioco puoi vincere la guerra con i tuoi concorrenti usando il cervello invece che i soldi.

È un gioco più lento se vogliamo ma che con costanza ti porta inesorabilmente ad incrementare le tue vendite.

Oggi un contenuto deve essere utile e fornire risposte, se questo principio basilare manca, non solo perdiamo tempo e ovviamente soldi, ma chi comanda nel web (parliamo di nuovo dei motori di ricerca e dei social) ci mette da parte, ci esclude, non ci fa emergere e nei casi peggiori ci penalizza fino al punto di non essere quasi più rintracciabili online.

Grazie ai contenuti oltre ad attirare clienti che cercano informazioni, inizi a costruirti piano piano autorità.

Cosa significa?

Agli occhi dei clienti (e anche di Google col tempo) verrai visto come un esperto di ciò di cui ti occupi e, sia i tuoi clienti che Google, ti premieranno per questo.

 

I clienti si fideranno maggiormente, perderai meno tempo a doverli convincere che ciò che dici è vero e saranno più tranquilli a concludere un affare con te.

Google inizierà a preferirti, visto che sei così popolare tra gli utenti, e inizierà a proporti più spesso quando altri utenti cercano argomenti correlati.

Insomma, con la Panda ti puoi godere il viaggio e farti conoscere.

Alcune persone che incontrerai lungo il percorso vorranno iniziare a viaggiare con te e, una volta scesi dalla tua vettura, parleranno di tutte le cose che hanno appreso durante il viaggio al tuo fianco.

Quindi, se fin qui ti è stato tutto chiaro, avrai capito che alla rombante e super rapida Ferrari devi preferire la più lenta ma inesorabile Panda.

Ora però potresti avere un po’ di confusione in testa e alcune comprensibili domande come:

“Ok ma come faccio a sapere se sto facendo la cosa giusta, se sto pubblicando in modo corretto e utile per il mio business? Ma poi, cosa devo pubblicare?“

Tranquillo mio giovane guidatore di Panda, presto la mappa ti sarà chiara.

Alcuni degli strumenti che puoi utilizzare per dare informazioni di valore a chi viene in contatto con te sono:

  • Articoli di blog – l’articolo è un materiale facilmente fruibile, offre il tuo punto di vista su un determinato argomento o avvenimento recente oppure può anche essere una guida su come risolvere una certa problematica o evitare di commettere errori, proprio come questo articolo sta facendo per te. Ti consiglio, per questo e per i successivi materiali, di mantenere un lessico semplice, preferire frasi poco complesse e spaziare il testo per renderlo più facile da leggere.
  • Video blog – come l’articolo di blog, dai consigli, risolvi problematiche, dai un tuo punto di vista su una situazione. Questo tipo di contenuto è molto potente perché associa la tua figura alle informazioni e le persone iniziano a vederti e conoscerti. Puoi anche “recitare” l’articolo che hai scritto.
  • Report in pdf – è un documento di poche pagine in cui insegni o spieghi qualcosa di collegato al tuo prodotto o servizio che interessa molto i tuoi clienti. Può anche essere l’ampliamento di un articolo di blog che hai scritto con degli esercizi pratici o errori da evitare, insomma, un contenuto più approfondito ma molto, molto interessante per l’utente. Devi pensare mentre lo crei “lascerei i miei dati per ottenere queste informazioni?” se la risposta è “Sì” sei sulla strada giusta.
  • Libro – questa è l’arma più potente che hai a disposizione. “COOOOSA?! Devo scrivere un libro?!” Sì, lo so, è un duro colpo, ma sì, devi scriverlo. “E che ci scrivo?!” La tua storia, perché hai deciso di vendere quel prodotto o servizio, la tua filosofia, risultati che hai portato ai tuoi clienti, casi studio, una spiegazione articolata del tuo approccio, che problematiche risolve e perché è adatto ad un certo tipo di persone con un problema specifico. Puoi anche prendere gli articoli di blog, ampliarli e organizzarli secondo un altro ordine logico. Questo strumento è essenziale per far crescere la tua autorità ed esser visto come un esperto.

Lo so che probabilmente stai pensando “Ma io non ho tempo di mettermi a scrivere tutta ‘sta roba!” e ti capisco.

Allo stesso tempo ti sarà ormai chiaro come aggiungere questo tipo di strategie e strumenti al tuo marketing può far davvero impennare le tue vendite.

Fare inbound marketing, come avrai intuito, è tutt’altro che semplice, ma la sua buona riuscita garantisce risultati e vantaggi estremamente importanti:

  • Acquisisci e fidelizzi nuovi clienti più facilmente;
  • Il costo per acquisire clienti nel tempo si riduce sempre di più, in alcuni casi diventa quasi nullo, per questo, eventuali investimenti con i giusti professionisti si ripagano abbondantemente nel tempo (con il tempo svanisce il concetto stesso di “spesa pubblicitaria”);
  • Un buon InBound Marketing ti permette di eliminare la concorrenza e diventare nel tuo settore di riferimento l’unica opzione nella testa di chi ti segue.

Quindi, come fare?                                                                  

Diventa sempre più importante, strategico e necessario, al fine di non bruciare tempo e soldi, rivolgersi a professionisti del marketing e della comunicazione.

Anche solo per essere indirizzati nel modo giusto o meglio ancora per costruire insieme una strategia che funzioni nel tempo e si mantenga sempre aggiornata.

Se vuoi al tuo fianco il miglior copilota che puoi trovare per il tuo viaggio in Panda verso il successo compila questo modulo e scarica i manuali per capire qual è il miglior percorso e quali contenuti sono più adatti al tuo business.

Menu