Il lato oscuro della luna non è un buon posto in cui stare (specie per il tuo sito)

Nessun commento

Era il 1973.

In quell’anno i Pink Floyd, il famoso gruppo britannico che ha fatto la storia del rock psichedelico, fa uscire Dark Side Of The Moon, canzone che poi diventa un successo mondiale.

In quegli anni ci sei tu che ascolti questa canzone nel tuo periodo di ribellione adolescenziale, e ti vedi lì, davanti allo specchio a dimostrare tutta la tua avversione all’autorità attraverso quintali di brillantina e magliette strappate.

Sono un grandissimo amante del rock.

Fosse per me, se non dovessi avere un abbigliamento professionale, sarei ogni giorno con una maglia con il faccione di una rock star o la copertina di un album e coperto di bracciali di borchie.

Uno dei miei gruppi preferiti, sono appunto i Pink Floyd.

Per tanti anni però ho sentito le loro canzoni alla radio.

È successo di nuovo l’altro giorno, mentre ero in macchina e tornavo da un corso di formazione.

E adesso torniamo indietro nel tempo con “Dark Side Of the Moon”, il lato oscuro della luna, successo dell’anno 1973 dei Pink Floyd, Rock n’ Roll!”.

Così l’ha introdotta il presentatore.

La cosa simpatica è che aveva tradotto il titolo.

Lato oscuro della luna.

Immagine di una luna crescente prevalentemente buia

E nella mia testa continuavo a ripetermelo “lato oscuro della luna, lato oscuro della luna, lato oscuro della luna… Ma certo.”

Questo immenso sasso che orbita intorno al nostro pianeta e ci mostra una sola facciata, quella illuminata dal sole.

L’altra facciata è oscura c’è, ma ovviamente non la vediamo.

In quel momento ho pensato a te.

No, aspetta che hai capito, so che sto parlando della luna ed è un argomento principalmente romantico ma questa non è una dichiarazione d’amore.

Per toglierti ogni dubbio voglio essere più specifico.

Ho pensato al tuo sito e alle problematiche che ti possono portare ad essere “sul lato oscuro della luna” per i tuoi clienti.

Mi rendo conto che il “settore dell’online”, come qualsiasi altro settore tecnico specifico, è ricchissimo di concetti complessi.

Per questo mi ritrovo spesso a pensare al modo migliore di trasmettere i concetti della realtà digitale agli imprenditori.

Anche tu probabilmente sei ogni giorno con le mani nella malta, o dal commercialista a smadonnare per capire come alleviare la pressione fiscale, o ancora, a correre come un matto per portare a casa il pane anche questo mese.

Ti capisco, è così per tutti.

Proprio per questo, probabilmente anche tu non hai ancora avuto il tempo di aggiornarti su quelle che sono le nuove tendenze portate sul mercato dalle nuove tecnologie.

Questo in sintesi è il motivo per cui ogni volta cerco il modo più semplice di spiegarti questi concetti.

Oggi, infatti, voglio farlo con questa canzone.

Ma cosa intendo con “il tuo sito è come il lato oscuro della luna”?

Ti sei mai reso conto che il tuo sito per i tuoi clienti e per i motori di ricerca potrebbe essere sul lato oscuro della luna?

Un uomo incappucciato in mezzo alla folla è completamente invisibile perché anonimo

Quindi esiste ma non è visibile.

Sicuramente ci hai investito dei soldi.

Magari hai investito in campagne pubblicitarie.

Magari hai pagato un fotografo per fare delle foto super fighe.

Magari hai pagato un video maker per avere dei video spaziali.

E magari, nonostante tutto questo impegno, è “oscurato”.

Perché?

Perché non è ottimizzato per la visualizzazione da dispositivo mobile

Infatti, Google, il motore di ricerca dove trovi tutto ciò che cerchi, ha iniziato ad oscurare i siti che non vengono visualizzati correttamente sui dispositivi mobili, ovvero cellulari e tablet.

Ma perché fa questo?

Perché segue l’evoluzione del mercato.

Al giorno d’oggi, infatti, le nostre abitudini sono radicalmente cambiate.

Qualche anno fa se avevi bisogno di una ricetta, chiedevi alla prima versione di internet mai creata: la nonna.

Oppure, in mancanza di connessione, dovevi ripiegare sul libro di ricette di Suor Germana per realizzare il tuo piatto gourmet fatto in casa.

Qualche anno fa se avevi bisogno di un taxi, dovevi andare in un albergo o in un tabacchino a chiedere se gentilmente potevano chiamartene uno, o ancora, dovevi trovare il parcheggio dei taxi e chiamare il numero che trovavi lì.

Qualche anno fa se avevi bisogno di prenotare un albergo per una visita in un’altra città o una vacanza, andavi all’agenzia di viaggi e facevi la tua prenotazione alla struttura.

Prova a pensarci, era proprio così.

La maggior parte delle informazioni e degli acquisti sono facilmente accessibili online.

Sono stati eliminati molti dei passaggi intermedi che servivano per portare a termine un’operazione, sono stati eliminati tutti i mediatori che ti separavano dall’acquisto, come ad esempio l’agenzia di viaggi per quanto riguarda l’esempio dell’hotel.

Hai bisogno di una ricetta? Accesso ad internet… et voilà, filetto di manzo alla Wellington pronto per essere preparato, con tanto di video sulla preparazione.

Hai bisogno di un taxi? Accesso ad internet… et voilà, pronto per andare alla festa.

Hai bisogno di un albergo? Accesso ad internet… et voilà, albergo prenotato a sconto con colazione inclusa.

Operazioni che, solo pochi anni fa richiedevano decine di minuti di ricerca, ore a volte, come nel caso dell’hotel o di un viaggio, possono essere effettuate in pochi secondi.

Ma la nostra vita non è cambiata solo in questo.

Infatti, negli esempi che ti ho appena fatto ho scritto “accesso ad internet”.

In verità, sai benissimo anche tu che le persone, i tuoi clienti, utilizzano sempre di più il cellulare per accedere alla rete, alle informazioni e agli acquisti.

Lo puoi vedere quando passeggi per strada, quando vai al ristorante, quando sei sul treno.

Internet e il suo utilizzo sono parte integrante delle nostre vite e puoi vederlo riflesso negli occhi di tutte quelle persone che nei luoghi pubblici se ne stanno assorte a fissare lo schermo dei loro cellulari, intenti a fare ricerche, leggere o controllare i profili social.

Il modo di fruire contenuti è cambiato, il modo di tenersi in contatto è cambiato.

Ovviamente, anche il modo di acquistare beni e servizi è cambiato.

Parliamo infatti del crescente utilizzo dei cellulari, che stanno letteralmente invadendo la vita di tutti i giorni, di tutti, indipendentemente da sesso, età, estrazione sociale o razza.

Statistiche di possesso telefono cellulare e accesso a internet in mobilità.

Da questo report di Audiweb, agenzia italiana di raccolta dati per il settore tecnologico, vediamo infatti che il 96,3% degli italiani tra gli 11 e i 74 anni possiede un cellulare.

Il 78,4% della popolazione ha accesso ad internet da telefono cellulare, senza contare poi quelli che utilizzano il tablet.

Altri dati che ritengo tu debba sapere sono che:

  1. Oltre il 65% degli utenti consulta il web da un dispositivo mobile anche se si trova a casa o al lavoro (dove di solito ci sono anche pc desktop)
  2. Circa il 70% degli acquisti online, nasce da una prima connessione attraverso un dispositivo mobile
  3. Ancora oggi oltre 40% dei siti presenti in rete non è ottimizzato per la visione su un dispositivo mobile

Questi sono i fatti.

Quindi, essere sul lato oscuro della luna è più facile di quel che credi.

Significa che tutti i soldi che hai investito fino adesso nel tuo sito rischiano di essere solo un gigantesco spreco.

Hai investito nella creazione di contenuti come articoli e descrizioni… e quando arrivo sul tuo sito sono striminziti ed illeggibili.

Hai investito nella realizzazione di video bellissimi e super coinvolgenti… e quando arrivo sul tuo sito sono tagliati a metà.

Hai investito per avere delle foto stupende dei tuoi prodotti… e quando arrivo sul tuo sito non vengono visualizzate correttamente.

Questo perché la maggior parte dei programmatori lavorano sulla parte estetica e lasciano perdere l’ottimizzazione!

Capisci che abbiamo un problema serio.

Ma questo è il meno.

Quanto è brutto se un tuo potenziale cliente cerca proprio TE, ma Google ti ha nascosto ai clienti mettendoti sul lato oscuro della luna proprio per questo motivo?

CI sei, magari hai anche un bel sito, ma non ti si vede.

Ora so che sei giustamente allarmato.

Ma tranquillo, voglio darti subito uno strumento per renderti conto se anche il tuo sito è sul lato oscuro della luna.

È troppo importante perché io lo tenga per me, alla fine stiamo parlando della tua attività, del tuo tempo, dei tuoi soldi, è necessario intervenire in modo efficace e definitivo.

Non credi?

TEST TIME!

TI basta cliccare qui TEST DI OTTIMIZZAZIONE MOBILE in cui puoi immediatamente verificare se il tuo sito è ottimizzato per i dispositivi mobili e si trova quindi sul lato illuminato della luna.

Se il tuo sito è ottimizzato per il mobile vedrai questo messaggio:

Conferma positiva di una pagina ottimizzata per dispositivi mobili

Se invece il tuo sito non è ancora ottimizzato vedrai questo messaggio:

Errore: la pagina non è ottimizzata per i dispositivi mobili

Qualunque sia il risultato, ci sono troppe variabili da lasciare al caso e che possono farti provare l’angoscia che hai provato poco fa.

Gli attimi di terrore in cui temevi di aver gettato i tuoi soldi nel camino.

Se vuoi iniziare a dormire sonni tranquilli e non dover più pensare alle possibili problematiche del tuo sito che potrebbero farlo finire in una zona d’ombra brucia soldi, hai una sola scelta:

compila il modulo qui sotto e scarica i manuali del mio team.

Articolo precedente
Puoi avere anche tu un lieto fine fatato anche se ti sei affidato ad una “NO-Agency”?
Articolo successivo
Due evoluzioni genetiche che ti costringono ad imparare a vendere ai pesci rossi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Menu